Il ristorante Chateau Dufan è un ristorante nella Chinatown milanese.

Fan, il titolare, mi ha lasciato carta bianca come spesso accade. Al telefono mi ha solo detto che gli serviva qualche immagine di qualità degli interni, perchè ha creato il suo locale cercando di distaccarsi dai classici ristoranti cinesi della zona. Oltre, ovviamente, al servizio di cucina medio-alto, ha puntato anche sugli arredi, compresa un’enorme parete-dispensa trasparente in bella vista con una miriade di vini.

E’ stata mia premura cercare di inserire in alcuni scatti il nome del ristorante che figura in bella vista su una parete del locale. Seppur le sale fossero due (e mezza) ho cercato comunque di riprenderle da posizioni diverse, anche per dar modo al titolare di scegliere quella che preferisse da inserire nel sito.

Sessione di shooting durata circa 3 ore per via del posizionamento dei coperti e tavoli nella maniera più congeniale agli scatti. In aggiunta il sole che penetrava dalle vetrine ha ritardato alcuni scatti poichè filtrava dalle tende esterne creando fasci di luce antiestetici sugli arredi.

Fan, il titolare, mi ha lasciato carta bianca come spesso accade. Al telefono mi ha solo detto che gli serviva qualche immagine di qualità degli interni, perchè ha creato il suo locale cercando di distaccarsi dai classici ristoranti cinesi della zona. Oltre, ovviamente, al servizio di cucina medio-alto, ha puntato anche sugli arredi, compresa un’enorme parete-dispensa trasparente in bella vista con una miriade di vini.

E’ stata mia premura cercare di inserire in alcuni scatti il nome del ristorante che figura in bella vista su una parete del locale. Seppur le sale fossero due (e mezza) ho cercato comunque di riprenderle da posizioni diverse, anche per dar modo al titolare di scegliere quella che preferisse da inserire nel sito.

Sessione di shooting durata circa 3 ore per via del posizionamento dei coperti e tavoli nella maniera più congeniale agli scatti. In aggiunta il sole che penetrava dalle vetrine ha ritardato alcuni scatti poichè filtrava dalle tende esterne creando fasci di luce antiestetici sugli arredi.